Isee minorenni - caso particolare

Esperienze, prassi, materiali
Rosalba Bramardi
Messaggi: 7
Iscritto il: gio mar 03, 2016 2:09 pm

Isee minorenni - caso particolare

Messaggioda Rosalba Bramardi » mer mar 09, 2016 2:48 pm

I genitori non sono coniugati. il padre naturale, non convivente:

- che dovrebbe essere attratto nel nucleo familiare è un collaboratore di giustizia, sottoposto a regime di protezione, di cui non si conoscono le generalità perché, a quanto riferito, ha addirittura cambiato identità.

- l’unica possibilità per il rilascio dell’Isee ordinario sarebbe l’attestazione dell’estraneità affettiva ed economica da parte della pubblica autorità competente in materia di servizi sociali, che però non lo dichiara perché l’interessato vede i figli due volte al mese, seppure in località segreta;

Considerato che per il caso in oggetto non disponiamo di alcun documento che comprovi il regime di protezione (il tutto è coperto dalla massima segretezza) e che l’unica dichiarazione del consorzio socio-assitenziale riguarda il fatto che il nucleo risulta in carico al loro servizio per problemi di tipo economico chiedo parere per come procedere al riguardo.

Paolo Profeti
Messaggi: 19
Iscritto il: lun giu 15, 2015 3:27 pm

Re: Isee minorenni - caso particolare

Messaggioda Paolo Profeti » lun mar 14, 2016 12:04 pm

Nel Regolamento ISEE, nel disciplinare legato ai servizi educativi, dovrebbe essere prevista una deroga per casi particolari nel quale non si riesca a valutare correttamente l'ISEE del minore, per quei soggetti segnalati dai Servizi Sociali. In alcuni enti questa metodologia è utilizzata soprattutto per l'esonero totale dalla contribuzione alle spese di Mensa e Trasporto scolastico, collegata alle famiglie in condizione di indigenza.
In ogni caso mi accerterei della compilazione almeno dell'ISEE MINI.

stefanofranzon
Messaggi: 14
Iscritto il: mar ott 20, 2015 2:39 pm
Località: Concordia Sagittaria

Re: Isee minorenni - caso particolare

Messaggioda stefanofranzon » mar mar 15, 2016 9:00 am

Si ma il Regolamento ISEE ha una portata limitata, ai servizi di competenza comunale, mentre l'ISEE come strumento può essere utilizzato per politiche che trascendono tale ambito (es. Assegno ai Nuclei Familiari Numerosi, Assegno di Maternità concesso dai Comuni, Agevolazioni energetiche, ecc...). Il problema mi pare di capire sta nel fatto che non si riesce ad avere dalla pubblica autorità competente in materia di servizi sociali la certificazione di estraneità in termini di rapporti affettivi ed economici, di cui all'art. 7 dpcm 159/2013. Problema mi pare già sollevato da Rosalba Bramardi in altro post. Può sembrare una banalità, ma a mio parere, senza questa "via di fuga" la gestione dell'ISEE Minori rischia di diventare un boomerang che si ritorce contro le situazioni socialmente più esposte.

Paolo Profeti
Messaggi: 19
Iscritto il: lun giu 15, 2015 3:27 pm

Re: Isee minorenni - caso particolare

Messaggioda Paolo Profeti » mar mar 15, 2016 5:28 pm

Il caso citato da Rosalba Bramardi è una di quelle eccezioni che fanno pensare. La "via di fuga" dell'attestazione sull'estraneità affettiva ed economica che spesso funge da ancora di salvezza, per questa situazioni pare giustamente non applicabile. Le deroghe proposte ovviamente attengono a quei servizi erogati direttamente dall'ente, che può lavorare sugli altri criteri di selezione come meglio crede, mentre per tutte le altre agevolazioni\benefici citate non si può accedere senza l'ISEE relativo alla tipologia di utente/servizio.


Torna a “La Comunità di Pratica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron