Casa di abitazione e franchigia

Esperienze, prassi, materiali
luca cervellati
Messaggi: 11
Iscritto il: mar set 29, 2015 3:00 pm

Casa di abitazione e franchigia

Messaggioda luca cervellati » mer gen 20, 2016 12:20 pm

Il quesito rispetto al quale ritengo utile un confronto riguarda il caso di variazione della casa di abitazione di proprietà nell'anno di presentazione della DSU e, comunque, prima della presentazione della DSU medesima, in relazione al riconoscimento delle franchigie di cui all'art. 5, comma 2, del dpcm 159/2013.
In questa ipotesi il quadro B del modulo MB.1 va compilato coi dati della nuova casa di abitazione (quella alla data di presentazione della DSU), mentre nel quadro FC3 del Modulo FC.1 vanno indicati i dati della (diversa) casa di abitazione di proprietà posseduta al 31/12 dell'anno precedente la presentazione della DSU.
Visto quanto esattamente indicato al punto 5 della parte 2 - DSU MINI delle istruzioni, non si può barrare, nel caso specifico, la casella di casa di abitazione presente nel quadro FC3 del Modulo FC.1, in quanto non riferita al fabbricato indicato nel quadro B. Questo comporta la mancata attribuzione della franchigia di 52.500 euro, eventualmente incrementata per figli conviventi successivi al secondo, di cui all'art. 5, comma 2, del dpcm 159/2013.
Sulla stessa linea si era già pronunciata anche la faq Q105 del precedente ISEE. "[Q105 del 14/03/2003] Se al momento della D.S.U. si abita in un immobile di proprietà acquistato dopo il 31/12 , ma al 31/12 si abitava in un'altra casa di proprietà che è stata venduta prima della presentazione della D.S.U., come comportarsi? [R] Nel quadro C si indicherà l'attuale casa di abitazione (senza alcuna detrazione), mentre nel quadro F6 dovrà essere dichiarato (ma non come casa di abitazione) l'immobile che al 31/12 risultava come abitazione del nucleo."
La formulazione letterale delle norme di cui sopra sembra chiara nel senso sopraindicato, anche se potrebbe sembrare abbastanza iniquo non riconoscere le franchigie succitate in presenza comunque di una casa di abitazione di proprietà.
Nei casi concreti di DSU ISEE abbiamo riscontrato comportamenti diversi per la casistica in questione, che hanno, comunque, portato all'attribuzione delle franchigie; ad esempio:
  • indicazione errata nel quadro B della casa di abitazione posseduta al 31/12, ma non attuale al momento della presentazione della DSU;
  • barrata la casella "casa di abitazione" nel quadro FC3 in corrispondenza del fabbricato non più casa di abitazione al momento della presentazione della DSU.

stefanofranzon
Messaggi: 14
Iscritto il: mar ott 20, 2015 2:39 pm
Località: Concordia Sagittaria

Re: Casa di abitazione e franchigia

Messaggioda stefanofranzon » mer gen 20, 2016 4:32 pm

la situazione rappresentata nella nuova DSU ISEE, per quanto riguarda l'aspetto proposto, mi pare perfettamente sovrapponibile alla DSU della precedente versione ISEE (d.lgs. 130/2000), stesse previsioni per la casa di abitazione del nucleo e medesime indicazioni per il quadro relativo al patrimonio immobiliare. Considererei quindi ancora valida l'indicazione della FAQ citata, che conferma quanto già indicato nelle norme (vecchie e nuove). Concordo in toto con quanto espresso dall'amico Luca C., iniquità compresa, ma tant'è...


Torna a “La Comunità di Pratica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron